Framework Si o No? Solo per programmatori?

10 Mar 2020 | M.A.D.R.

Ebbene si la domanda più in voga oggi è: Non sono un programmatore, è obbligatorio utilizzare un Framework?

Come potrete immaginare, l’utilizzo di framework più o meno conosciuti ha lo svantaggio di applicare le logiche di comunicazione di chi effettivamente ha contribuito allo sviluppo dello stesso, anche se le linee guida sono sempre le stesse non sempre l’uso di questi risulta facile ed immediato.

Infatti molte persone cercano di creare le loro applicazioni senza l'ausilio di framework, rendendo il codice sprovvisto di validazione e logiche robuste.

Vi lascio il link di alcuni articoli interessanti:

Indipendentemente dal linguaggio possiamo distinguere 4 categorie di Writer:

  • Principiante
  • Amatoriale - Intermedio
  • Avanzato
  • Programmatore (con la P miniscola)

Per ogni categoria cercherò di chiarire in modo esaustivo le aspettative;

  • Principianti: vediamo subito che si accontentano di script semplici, lunghi e disorganizzati, ma al contempo facilmente interpretabili con la conoscenza di pochi costrutti base del linguaggio.
  • Amatoriale - Intermedio: situazione complicata, in quanto vorrebbero un minimo di ottimizzazione, ma il tempo a disposizione non gli permette di fare il salto di qualità e brancolano nel buio per mancanza di conoscenze approfondite.
  • Avanzato: pessima categoria, sanno fare quanto basta per sentirsi i RE dei codici scritti, spesso confusi e di poca leggibilità, pieni di bug e soprattutto con la mancanza di supporti robusti per la gestione dei dati.
  • Programmatori: lo fanno per lavoro, ma anche in questa categoria rientrano alcuni sedicenti programmatori che tutto sanno meno cosa sia la programmazione, la valutazione e la qualità dell'operato è facilmente riconoscibile a colpo d'occhio.

Alcuni framework condividono la logica write-less ossia scrivi meno fai di più, ma per capire il cuore pulsante di questi colossi spesso servono anni, esperienza, progetti più o meno complessi sui quali cimentarsi.

Ma se volessi utilizzare un framework fatto in casa?

Certo, la risposta è presto che data, è una delle più belle soluzioni per piccolissimi progetti casalinghi/amatoriali, in quanto permette al "programmatore" di imparare-capire-implementare alcune strutture fondamentali.

Impariamo a leggere tra le righe...

Buona prassi prima di iniziare a creare un progetto è porsi alcune domande:

  1. A cosa serve?
  2. Quante tabelle (modelli) dovrò implementare?
  3. Come sono relazionati i dati?
  4. Posso utilizzare altre tecnologie?

Dopo aver risposto in modo esaustivo a queste domande non resta che prendere carta e penna ed iniziare a buttar giù uno schema logico-funzionale di quello che vogliamo creare.

Non è tutto oro ciò che luccica...

La costruzione di un "framework" è davvero complessa, ma limitandoci al solo utilizzo librerie riusciremo facilmente a creare il nostro "scaffold" per partire a razzo.

Partiamo dalle componenti base, quindi elenchiamo le features che sono obbligatorie:

  • Router
  • Cache
  • Connection-DB
  • Request - Response
  • Controller
  • Model
  • Views

Soluzioni complete per ogni esigenza